Open      
motore di ricerca

Benvenuti bambini Saharawi! In Municipio una cerimonia per festeggiarli

Benvenuti bambini Saharawi! In Municipio una cerimonia per festeggiarli

Sono arrivati a Felino per il quindicesimo anno consecutivo i bambini del Saharawi. Il gruppo, composto da dodici bambini provenienti dalla regione africana del Saharawi (Marocco), è arrivato nel comune pedemontano a fine giugno e si fermeranno sul nostro territorio fino al 14 luglio, per poi spostarsi a San Polo di Torrile e Parma. Grazie al consolidato rapporto tra l’Associazione Help For Children e l’Ospedale di Parma, i piccoli ambasciatori di pace avranno l’opportunità di sottoporsi a controlli medici e pediatrici essenziali.

L’arrivo dei piccoli è stato festeggiato con una cerimonia di benvenuto organizzato dal Comune di Felino.

Si rinnova dal 2004 l’adesione del nostro territorio al progetto umanitario di accoglienza dei piccoli Saharawi, portatori di un messaggio di pace, che richiama tutti a un senso di responsabilità etico e civile - dichiara il Sindaco di Felino Elisa Leoni -. Il loro arrivo è il solo il momento finale di un lavoro che coinvolge per un anno intero associazioni, cittadini volonterosi, commercianti, strutture ricreative, che mettono a disposizione tempo e risorse per riservare la migliore ospitalità ai bambini. Anche quest’anno sono state tante le dimostrazioni di solidarietà e generosità da parte di cittadini, circoli, aziende felinesi e comuni limitrofi, impegnati per le attività di intrattenimento, i pranzi e le cene dei piccoli”.

Ad accogliere i bimbi in Municipio, i rappresentanti di Help for children provinciale e locale, Franco Ceccarini e Dante Passerini, i numerosi volontari e sostenitori dell’associazione. Presente anche la consigliera regionale Barbara Lori, che ha riferito dell’impegno della Regione Emilia Romagna, promotrice di iniziative di sensibilizzazione verso la causa Saharawi.

I bambini vengono in Italia come ambasciatori di pace per sensibilizzare il mondo politico a favore della loro causa, che purtroppo si trascina da anni. Le finalità principali di questa visita sono infatti innanzitutto diplomatiche e politiche per un riconoscimento a livello internazionale del popolo Saharawi. La Regione – spiega la Lori - è impegnata da tempo nel tessere relazioni di sostegno e aiuto, anche concreto nel loro territorio per migliorare la qualità della vita della popolazione. Come la recente inaugurazione di un Centro di protezione civile, attivo per interventi d’emergenza ma anche per la prevenzione. L’accoglienza nei comuni del parmense ha anche una connotazione umanitaria, dal momento che ai bambini vengono garantite cure mediche e offerti tutti i beni di prima necessità”.

L’assessore comunale Claudio Valla sottolinea infine “il grande dono di serenità gioia e felicità che portano questi bambini”, con un ringraziamento a tutti coloro che con un lavoro di squadra ne consentono l’arrivo e la permanenza.

Per l’ospitalità dei bimbi Saharawi, il Comune ha messo a disposizione le aule del distaccamento della scuola media superiore in via XXV Aprile. Durante la loro permanenza a Felino, i bambini potranno divertirsi nelle piscine dei comuni limitrofi che hanno messo gratuitamente a disposizione gli impianti e parteciperanno ad altre attività sportive e ludiche organizzate da altre associazioni del parmense.

Pubblicato il lunedì 1 luglio 2019
Aggiornato il venerdì 5 luglio 2019