CORONAVIRUS: Tutte le misure del nuovo decreto - Comune di Felino

archivio notizie - Comune di Felino

CORONAVIRUS: Tutte le misure del nuovo decreto

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 04.03.2020
 

 

Prorogata la sospensione delle attività didattiche nelle scuole e nelle università fino al 15 marzo. Stop a congressi, meeting ed eventi che comportino affollamento di persone. E tra le norme igieniche da rispettare, niente abbracci o strette di mano.

Nella serata di ieri, mercoledì 4 marzo, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, d’intesa con le Regioni e sentito il comitato Tecnico Scientifico (CTS), ha emanato il nuovo decreto per il contenimento del Coronavirus, che oltre ad introdurre nuove norme più restrittive, amplia quelle che erano già in vigore in Emilia-Romagna su tutto il territorio nazionale. Norme che verranno sottoposte ad una verifica ogni due settimane.

 

Il decreto, punto per punto


Scuole e università chiuse fino al 15 marzo

Sospesa delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle Università e nelle Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, Stop anche ai corsi professionali, master e università per anziani.


Consentita la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza. Rimangono esclusi dalla sospensione i corsi post universitari connessi con l’esercizio di professioni sanitarie, ivi inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie, nonché le attività delle scuole di formazione attivate presso i ministeri dell’interno e della difesa.


Sospensione congressi, riunioni, meeting

Sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, anche per quelli in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità.


Eventi e manifestazioni

Sono sospese le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo pubblico o privato, che comportino affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza tra le persone di almeno un metro.


Competizioni e attività sportive

Stop anche agli eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Restano consentiti gli eventi sportivi e le sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. Consentite anche le attività motorie e sportive di base, svolte all’aperto, nelle palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di un metro tra le persone.


Gite, gemellaggi e viaggi di istruzione

Resta in vigore lo stop per i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.


Accesso alle strutture sanitarie per gli accompagnatori

È fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso, salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto. L’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.


Telelavoro e Smart working

La modalità di lavoro agile può essere applicata dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti.


Concorsi

Nello svolgimento delle procedure concorsuali pubbliche e private, devono essere adottate opportune misure organizzative volte a ridurre i contatti ravvicinati tra i candidati e tali da garantire ai partecipanti la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra di loro.

 

Le misure igienico- sanitarie

  • Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
     
  • Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e comunque evitare abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona;
     
  • Igiene respiratoria (starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
     
  • Mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro;
     
  • Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, anche durante l’attività sportiva;
     
  • Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
     
  • Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
     
  • Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
     
  • Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
     
  • Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.

 


LINK

 

FAQ - Domande e risposte

Ministero della Salute

Istituto Superiore di Sanità

Regione Emilia-Romagna

AUSL Parma


Pubblicato il 
Aggiornato il